PER INFORMAZIONI SUI LIBRI

larazavatteri@gmail.com
348/7702561

lunedì 22 febbraio 2016

BAU E MIAO, PAGINE SOLIDALI

La mia avventura come narratrice continua con questa raccolta, "Amici per sempre. Storie vere di animali". Io e altri 15 scrittori e scrittrici italiani abbiamo raccontato la nostra vita o esperienze vissute con cani, gatti e altri animali, rigorosamente vere. Lo scopo era creare un'antologia di racconti con uno scopo benefico.

Come? I diritti del libro vengono devoluti al Canile di Naturno (Bolzano), che si occupa di cani e gatti, ormai da qualche anno. Ho mandato personalmente sia bonifici sia pacchi dono con tante cosette che potevano servire al canile (giochi, spazzole, copertine e altro). Così, scrivendo insieme, si è aiutata questa realtà e si continua a farlo.

Per saperne di più sul libro e sull'iniziativa finora
http://amicipersemprestorieveredianimali.blogspot.it/, per conoscere il canile
http://www.canilenaturno.org/

il libro si può comprare o rivolgendosi a me a larazavatteri@gmail.com, in via 4 novembre a Mezzana (di fronte hotel Salvadori) in val di Sole Trentino, alla cartolibreria Pini di Malè (sempre in val di Sole) dove potete anche ordinarlo, oppure sui siti Ibs, Youcanprint e principali negozi online.

Ci aiutate ad andare avanti? Ho già raccolto un pò di gruzzolo, ma un aiuto è  sempre prezioso per i nostri amici meno fortunati! Basta acquistare il libro per aiutarli ;)

martedì 16 febbraio 2016

UN LIBRO PER DUE



Dopo aver scritto altri libri (romanzi, racconti ecc…) che trovate scorrendo il blog sulla destra, con il mio ragazzo Mirko (conosciuto nel 1998, in una serata in cui avevo un brufolo enorme, eppure..ah ah!) ci siamo imbarcati in una nuova avventura, ovvero scrivere un libro a 4 mani. Ne è nato il manuale Risparmia Subito! Con una parte, la mia dedicata al risparmio per la vita quotidiana e un'altra, la sua, con consigli per ristrutturazioni, lavori in casa e risparmio energetico. Questo libro ha avuto scopi benefici, in particolare ha aiutato il Fai (Fondo Ambiente Italiano) nel progetto Il giardino dei pensieri e quest'anno il Gruppo Sensibilizzazione Handicap con il sostegno ad un centro per ragazzi disabili. Per saperne di più e leggere qualche estratto visitate il blog:


lo trovate su Youcanprint, Ibs e principali siti che vendono libri o rivolgendovi a me (larazavatteri@gmail.com) o Mirko(mirko.rizzi@libero.it).

Una bella avventura a due ;)

venerdì 12 febbraio 2016

LUNGO LA STRADA DI CASA



Inizialmente il testo era molto diverso ed è stato rifiutato da una casa editrice. L'ho cambiato tutto e in seguito doveva essere pubblicato con un'altra, ma poi non c'erano più fondi. Ho allora scoperto Lulu, che permette di pubblicare i propri libri ed in seguito ho ripubblicato la stessa storia con la Uni-Service diventata poi Edizioni del Faro di Trento. La storia è ambientata a Castelfondo in val di Non, durate la seconda guerra mondiale, con un amore impossibile tra una donna sposata e un tedesco, una zia staffetta partigiana...e una figlia che scopre questo e molto di più molti anni dopo la fine della guerra. Dovrà mettersi in viaggio per ritrovare una parte di sé. Il libro ha partecipato alla fiera del libro di Torino 2008, ne è stato tratto uno spettacoo teatrale da parte degli Amici di Castelfondo, è volato in America e in Africa, è stata oggetto di una tesina per la maturità. Mi ha dato grandi soddisfazioni. Leggetene uno stralcio qui




potete acquistarlo direttamente sul sito di Edizioni del Faro o richiedermelo. Continua….

giovedì 11 febbraio 2016

PRIMI PASSI

http://www.pausacaffeblog.it/wp/wp-content/uploads/2015/02/libri-san-valentino.jpg

Nel 1998 ho iniziato ufficialmente a scrivere per L'Adige, diventando giornalista pubblicista due anni dopo. Oltre a questo, anni dopo ho iniziato a scrivere anche per blog o siti (su tecologia, arte, libri e altro) ma avrei voluto fare qualcosa di davvero mio. Per questo è nato il mio primo libro “Frammenti di una valle”, in realtà non un libro vero e proprio ma una raccolta di articoli tra i più belli e strani accaduti in val di Sole tra il 1998 e il 2005. Quella è stata la prima volta che ho avuto tra le mani qualcosa di pensato e creato da me. Per saperne di più


ne ho ancora di disponibili, anche per la spedizione. In seguito a questo primo esperimento scrissi il romanzo La strada di casa… Continua

Nel frattempo leggete un pezzetto qui

martedì 9 febbraio 2016

UN DENTINO PER UN LIBRO

http://media.hoepli.it/hoepli/big/978/8804/9788804437031.jpg

A nessuno piace andare dal dentista, men che meno ai bambini. Ma a me piaceva, perché sapevo cosa mi attendeva dopo. Mia mamma infatti quando mi portava dal dentista una volta terminato mi portava in una vicina edicola e lì comprava un libro, per cui per me andare dal dentista era un appuntamento insieme temuto e atteso: anche per questo mi sono innamorata dei libri.

Ricordo i libri della biblioteca a scuola, in particolare una collana speciale perché aveva le pagine che profumavano. Prinicipessa Laurentina, di Bianca Pitzorno (non era in questa serie) l'avrò riletto più di 20 volte, tanto che anche adesso so le prime frasi ancora a memoria, mentre due dei più bei libri sono stati La tela di Carlotta e Clausilia e Moscardino. Perché parlo dei libri e non della scrittura? Perché prima ci si innamora della lettura, poi si vuole scrivere. Almeno, per me è stato così.

Quando da bambina scrivevo, solitamente inventavo storie con protagonisti gli animali ma anche assurdi personaggi storici o creature fantastiche. Passavo tanto tempo dai miei nonni, ad un certo punto con la nonna Raffaella scrivemmo anche qualche buffo racconto in dialetto.

Continua...

lunedì 8 febbraio 2016

QUANDO MI DICEVANO...

Quando mi dicevano, da piccola, cos'avrei fatto da grande, rispondevo che avrei scritto. Non sapevo ancora che cosa, ma sapevo che scrivere era la mia passione. Chi non scrive non sa cosa significa poter mettere nero su bianco storie, emozioni, sentimenti, averle in mente e poi poterle descrivere su un foglio (e più tardi, sul pc).

La mia storia, come direbbe David Copperfield, inizia nel novembre del 1980. Nacqui (ah ah!) in una famiglia con già tre figli, un maschio e due femmine. Miei amici divennero presto un gatto di nome Tondo e una cagnolina di nome Lilli, mentre la natura è sempre stata la cornice dei miei giochi.

Inventavo storie fin da quando mi ricordo e le illustravo (pietà per quei disegni!). Tutti mi dicevano che per vivere scrivere non è abbastanza, me l'hanno sempre detto anche da grande, ma non ho rinunciato.


Continua...